Corsi di Formazione
Cosa veramente unica nel settore è l’opportunità, all’interno di accoglienti laboratori presenti nella nostra fattoria didattica, di imparare l’affascinante arte del feltro, del batik e degli intrecci sulle dita.

Benefici terapeutici di queste esperienze creative sono riconosciuti da tempo e aiutano a realizzare una vita più sana e stimolante anche al ritorno in città.

Le lezioni, con un minimo di 5 partecipanti, si sviluppano in comodi corsi che impegnano parte della giornata, lasciando tempo a disposizione per vivere la vacanza con la propria famiglia.

corsi-thumb-7
Il programma sul baco da seta prevede lo studio approfondito del Bombyx Mori.

Questo percorso prevede che ogni alunno confezioni un quaderno di studi con annotazioni, schede didattiche e diversi campioni di seta.

Cos’è il feltro? Un tessuto ottenuto dalla lana grazie alla sua specifica struttura e manipolazione.

Non occorre altro che lana, un pò di sapone di Marsiglia, acqua calda, una buona dose di energia fisica (massaggio e strofinamento) e naturalmente tuta la nostra fantasia.

Approfondimento delle conoscenze sulle pecore: la tosatura, l’importanza della lanolina, la cardatura, la filatura, etc..

Dopo essere stata lavata e depurata la lana va cardata, noi lo facciamo con il nostro cardatore, uno strumento semplice ma che dà molta soddisfazione.

La tessitura rappresenta un esercizio che educa la mano ma anche il pensiero.

Come tutte le altre attività manuali, pur finalizzate alla realizzazione di oggetti specifici è occasione per mettere in gioco l’intera energia della persona.

Vi faremo conoscere quali sono le principali piante tintorie e come si utlizzano per colorare i tessuti.

Parleremo anche della loro influenza e dell’importanza nella storia e quali sono state le loro evoluzioni.

Le tecniche a riserva si basano su un semplice principio: quello di proteggere le parti di un tessuto che non si desiderano tingere.

Si ottiene questo tramite l’applicazione di una sostanza liquida (amido, fango), nel batik (cera e paraffina) che in seguito si solidifica su di esso.

E’ possibile creare raffinati nastri e passamanerie anche senza l’ausilio di complessi macchinari quali i telai, o strumenti vari.

Possiamo quindi realizzarli ovunque e ogni qualvolta ne abbiamo voglia e tempo.